Bando Inail ISI 2018 – Nuovi incentivi alle imprese

Comunichiamo che è stato pubblicato sul sito dell’Inail il BANDO ISI 2018 per il finanziamento di interventi in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
TIPOLOGIE DI PROGETTI FINANZIABILI
Le imprese possono presentare un solo progetto ricadente in una delle seguenti tipologie:

  1. Asse 1 (Isi Generalista): sono assegnati 182.308.344 euro, suddivisi in 180.308.344 euro per i progetti di investimento e due milioni per i progetti di adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.
  2. Asse 2 (Isi Tematica): sono a disposizione 45 milioni di euro, destinati a sostenere la realizzazione di progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi.
  3. Asse 3 (Isi Amianto):per progetti di bonifica da materiali contenenti amianto, lo stanziamento è pari a 97.417.862 euro,
  4. Asse 4 (Isi Micro e Piccole Imprese):quest’anno riguarda le micro e piccole imprese operanti nei settori della pesca e del tessile, abbigliamento, pelle e calzature e sono disponibili 10 milioni.
  5. Asse 5 (Isi Agricoltura):per progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, anche in questo bando sono pari a 35 milioni di euro, suddivisi in 30 milioni per la generalità delle imprese agricole e cinque milioni riservati ai giovani agricoltori under 40, organizzati anche in forma societaria.

CONTRIBUTO E PRESUPPOSTI
L’azienda richiedente dovrà essere in regola con gli obblighi assicurativi e contributivi ( Durc On Line) e non aver ottenuto un contributo per i Bandi Inail Isi 2015, 2016, 2017, il Bando Isi Agricolatura 2016.
L’agevolazione è costituita da un contributo in conto capitale che copre fino al 65% delle spese sostenute per ogni progetto ammesso, sulla base dei parametri e degli importi minimi e massimi specificati dal bando per ciascun asse di finanziamento, come di seguito illustrato:
Assi 1, 2, 3
Sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del 65%.
Il finanziamento massimo erogabile è pari a 130.000,00 Euro e il finanziamento minimo ammissibile è pari a 5.000,00 Euro. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non è fissato il limite minimo di finanziamento.
Asse 4
Sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del 65%.
Il finanziamento massimo erogabile è pari a 50.000,00 Euro e il finanziamento minimo ammissibile è pari a 2.000,00 Euro.
Asse 5 (5.1 e 5.2)
Sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del:

  • 40% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole);
  • 50% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.2 (giovani agricoltori).

In ogni caso, il finanziamento massimo erogabile è pari a 60.000,00 Euro e il finanziamento minimo è pari a 1.000,00 Euro.
SPESE FINANZIABILI

  • Macchinari, attrezzature, dispositivi vari (nuovi di fabbrica): es. piattaforme aeree, carrelli elevatori, movimentatori e sollevatori telescopici (muletti, bobcat, merli, ragni, palegru leggere/gru a struttura limitataargani, paranchi, manipolatori, ecc.), robot/robot collaborativi, sistemi automatici di alimentazione;
  • Impianti di aspirazione e captazione gas, fumi, nebbie, vapori o polveri;
  • Rimozione eternit (smaltimento amianto);
  • Pavimentazione (es. antiscivolo, antisdrucciolo, ecc.);
  • Trattori agricoli e macchine agricole o forestali.

Sono ammesse a finanziamento le spese direttamente necessarie alla realizzazione del progetto, le eventuali spese accessorie o strumentali funzionali alla realizzazione dello stesso e indispensabili per la sua completezza, nonché le eventuali spese tecniche, così come previsto dall’Avviso Pubblico.
Le spese devono essere sostenute dall’impresa richiedente i cui lavoratori e/o il titolare beneficiano dell’intervento e devono essere documentate.
Le spese ammesse a finanziamento devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 30 maggio 2019.
PROCEDURA
1.Inserimento On Line del progetto
Le aziende interessate, dal 11 aprile 2019 e fino alle ore 18:00 del 30 maggio 2019, sul portale dell’Inail – sezione Punto cliente, potranno effettuare simulazioni relative al progetto da presentare, verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità e salvare in modo definitivo la domanda inserita.

  1. Inserimento del codice identificativo

Dal 6 giugno 2019 le imprese che hanno raggiunto la soglia minima di punteggio e salvato la domanda definitiva entro le ore 18.00 del 30 maggio 2019, possono accedere all’interno della procedura informatica ed effettuare il download del proprio codice identificativo.

  1. Invio del codice identificativo

Le aziende dovranno poi ufficialmente presentare la domanda di ammissione al contributo in una data certa (click day), che verrà pubblicata nel sito Inail dal 6 giugno 2019, utilizzando il codice identificativo.
Le domande verranno accolte in ordine cronologico e sarà  necessario aver raggiunto la soglia minima di punteggio, attribuiti in base a dei parametri associati alle caratteristiche dell’impresa e del progetto considerato.

  1. Pubblicazione graduatoria

L’Inail pubblicherà nel proprio sito nei 14 giorni successivi al “click day” gli elenchi cronologici di tutte le domande inoltrate con evidenza di quelle collocatesi in posizione utile per l’ammissibilità al contributo, in base alle risorse finanziarie disponibili.

  1. Invio della documentazione a completamento della domanda

Le imprese collocate nella graduatoria in posizione utile per il finanziamento dovranno far pervenire alla sede Inail competente per territorio entro il termine di 30 giorni dalla pubblicazione della graduatoria copia cartacea della domanda telematica presentata e sottoscritta e tutti i documenti cartacei a sostegno del progetto.
L’Inail nei 120 giorni successivi decorrenti dal termine dei 30 giorni per la presentazione della documentazione cartacea verificherà l’effettiva sussistenza di tutti gli elementi dichiarati nella domanda on-line.
In caso di esito negativo l’Inail inviterà l’azienda ad integrare la documentazione entro 30 giorni.

  1. Realizzazione del progetto

In caso di ammissione al finanziamento, il progetto deve essere realizzato e rendicontato entro 12 mesi decorrenti dalla comunicazione di esito positivo e delle verifica della documentazione. Il termine per la realizzazione del progetto e per la rendicontazione può essere prorogato per ulteriori 6 mesi su richiesta motivata dall’impresa.ù
In merito alla predisposizione della documentazione tecnica per aderire al Bando e per richiedere eventuali informazioni tecniche è opportuno che le ditte si rivolgano a professionisti o società specializzate. ll nostro Studio rimane a disposizione per la presentazione del progetto on line.