Divieto di pagamento della retribuzione in contanti

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro con la nota  n. 5293 del 5 giugno 2019, specifica che anche i lavoratori richiedenti asilo, che risultano in attesa della formalizzazione del permesso di soggiorno, devono essere retribuiti con strumenti tracciabili.
In caso di violazione di tale obbligo trova applicazione una sanzione amministrativa da 1.000 a 5.000 euro, non diffidabile.