Indennità di malattia in caso di quarantena – Adempimenti datore di lavoro

In riferimento ai casi di assenza del personale dipendente per quarantena COVID disposta dall’ASL con emissione di certificato di malattia, in forza dell’equiparazione prevista dalla legge della quarantena COVID alla malattia , l’INPS, con il Messaggio n. 3871 del 23 ottobre 2020, fornisce le istruzioni ai datori di lavoro per procedere alla individuazione e distinzione dei casi di quarantena COVID rispetto ai casi di malattia COVID.
Ciò si rende necessario poiché l’indennizzo della quarantena COVID è soggetta a limiti di spesa e deve quindi essere distinta dalla malattia COVID.
Nelle suddette ipotesi, l’istituto conferma il riconoscimento della relativa indennità economica previdenziale (con correlata contribuzione figurativa), secondo le regole ordinarie, ma richiede, ai fini della individuazione dei casi, la rettifica degli Uniemens già inviati telematicamente fino al 30/09/2020.
L’INPS metterà a disposizione le informazioni relative agli eventi in esame sul Cassetto Previdenziale per aziende e intermediari e invierà  una mail nell’indirizzo PEC dell’azienda indicando quali delle malattie attestate ai dipendenti sono riconducibili a quarantena COVID.
Vi chiediamo, pertanto, in caso di ricezione della suddetta mail di inoltrarla tempestivamente allo Studio, in modo da poter rettificare e rielaborare i modelli Uniemens con il codice  richiesto dall’Istituto per la quarantena COVID.