Lavoratori somministrati – comunicazione annuale

La presente per ricordare gli adempimenti a cui sono tenute le imprese utilizzatrici in caso di ricorso al contratto di somministrazione.
 COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA PERIODICA
Ricordiamo che entro il 31gennaio 2022 l’azienda ha l’obbligo di inviare alle organizzazioni sindacali la “comunicazione periodica” relativa ai contratti di somministrazione stipulati nell’anno solare 2021 nella quale dovranno essere specificati:
–              numero e durata dei contratti di somministrazione (lo studio è disponibile a fornire un    documento attestante la durata);
–              numero e qualifica dei lavoratori.
La sanzione per il mancato o non corretto assolvimento degli obblighi di comunicazione suddetti è compresa tra i 250,00 euro e i 1.250,00 euro.
   ANNOTAZIONE NEL LIBRO UNICO DEL LAVORO
Il datore di lavoro che utilizza personale in somministrazione deve riportare nel Libro Unico del Lavoro i lavoratori somministrati che operano presso la propria realtà aziendale limitandosi ad annotare i soli dati identificativi del lavoratore: nome, cognome, codice fiscale, qualifica, livello di inquadramento contrattuale e nominativo dell’agenzia di somministrazione.
La mancata registrazione di tali soggetti non è sanzionabile, non incidendo le omesse registrazioni sui profili retributivi, contributivi e fiscali del rapporto di lavoro; tuttavia l’ispettore del lavoro, in caso di ispezione, potrà imporre all’impresa utilizzatrice di provvedere all’annotazione dei dati di cui sopra.
Segnaliamo anche che, per alcune tipologie di agevolazioni contributive, viene richiesta la verifica dell’incremento occupazionale netto nel cui conteggio vanno inseriti anche i lavoratori in somministrazione. Pertanto, in mancanza dei dati relativi ai lavoratori in somministrazione, lo Studio non è in grado di effettuare in maniera corretta le verifiche richieste.
Per tutti questi motivi invitiamo le aziende a comunicare all’impiegata di riferimento dello studio i dati relativi ai lavoratori somministrati contestualmente al loro inserimento in   azienda, inviando copia dei contratti sottoscritti con le agenzie di somministrazione.