L’indennità sostitutiva delle ferie non godute è retribuzione imponibile

In tema di riposi e ferie non godute, la Corte di Cassazione con l’ Ordinanza n. 19713 del 22 luglio 2019, ha chiarito che l’indennità sostitutiva concorre alla formazione della base imponibile ed è quindi soggetta a tassazione. Si tratta di una somma che,anche  quando è corrisposta a titolo risarcitorio, rimane comunque un’attribuzione patrimoniale di natura retributiva.
Questa nuova interpretazione della Corte di Cassazione dovrà essere presa in considerazione in particolare in caso di cessioni del credito o pignoramenti che coinvolgono i lavoratori dipendenti.