Minimi contrattuali dal 01.06.2019 – Metalmeccanica Industria

In data 30 maggio 2019 le Parti sociali hanno provveduto all’ adeguamento dei minimi contrattuali sulla base della dinamica inflattiva misurata con “l’IPCA al netto degli energetici importati”, risultata pari allo 0,8% come comunicato dall’ISTAT. Pertanto, con decorrenza 1° giugno 2019, gli aumenti e i nuovi minimi risultano essere i seguenti:

Categoria Minimi retributivi in vigore dal 1° giugno 2018 Minimi retributivi in vigore dal 1° giugno 2019
8 2.356,52 2.375,37
7 2.301,37 2.319,78
6 2.061,41 2.077,90
5S 1.921,46 1.936,83
5 1.792,65 1.806,99
4 1.673,87 1.687,26
3S 1.639,20 1.652,31
3 1.604,53 1.617,37
2 1.446,92 1.458,50
1 1.310,80 1.321,29

 
INDENNITA’ DI TRASFERTA
I nuovi valori dell’indennità di trasferta dal 1° giugno 2019 sono i seguenti:

Tipologia Importo
Quota per il pasto meridiano o serale 11,84
Quota per il pernottamento 19,91
Trasferta intera 43,59

 
REPERIBILITA’
I nuovi valori del compenso giornaliero dell’indennità di reperibilità dal 1° giugno 2019 sono i seguenti:

Categoria 16 ore (giorno lavorato) 24 ore (giorno libero) 24 ore festive
1 – 2 – 3 – 3S 4,90 7,36 7,95
4 – 5 5,83 9,15 9,81
Superiore alla 5 6,70 11,01 11,60

 
WELFARE AZIENDALE
Ricordiamo, inoltre che, sempre a decorrere dal 1° giugno 2019, gli strumenti di welfare che le aziende devono mettere a disposizione dei dipendenti è pari a 200,00 euro.