Scadenza domande per l’assegno al nucleo familiare

La domanda di assegno per il nucleo familiare (Anf) dei dipendenti privati deve essere presentata direttamente all’Inps esclusivamente in modalità telematica, attraverso il servizio on line dedicato.
La domanda deve essere presentata per ogni anno in cui si ha diritto all’assegno nucleo familiare. L’anno decorre dal mese di luglio e termina col mese di giugno dell’anno successivo, pertanto si invitano gli interessati a voler provvedere all’inoltro della nuova domanda con tempestività.
Qualsiasi variazione intervenuta nel reddito e/o nella composizione del nucleo familiare, durante il periodo di richiesta dell’Anf, deve essere comunicata entro 30 giorni all’Inps.
Anche l’eventuale domanda di autorizzazione Anf deve essere inoltrata attraverso la procedura telematica nei seguenti casi:

  • l’inclusione di determinati familiari nel nucleo (fratelli, sorelle, figli di separati o divorziati, sciolti da unioni civili, figli naturali, familiari residenti all’estero, etc.);
  • possibile duplicazione del pagamento (figli di genitori separati/divorziati o sciolti da unione civile, figli naturali, etc.);
  • applicazione dell’aumento dei livelli reddituali (familiari minorenni con difficoltà a compiere le funzioni proprie della loro età o maggiorenni con inabilità assoluta e permanente a svolgere proficuo lavoro).

Le domande presentate in via telematica saranno lavorate dall’Inps. Il lavoratore riceverà esclusivamente gli eventuali provvedimenti di rigetto e potrà visionare l’esito della domanda presentata accedendo con le proprie credenziali alla specifica sezione “Consultazione domanda”, disponibile nell’area riservata del sito Inps.
Gli importi calcolati dall’Inps saranno poi messi a disposizione del datore di lavoro, che provvederà al pagamento in busta paga.